18 December 2017

Slot Machine Gratis sulle Gare di Moto

moto gpLa Moto Gp è la massima categoria delle corse di moto su circuito definita dalla Federazione Internazionale di Motociclismo che organizza le corse, note come gran premi, per il Campionato Mondiale della MotoGp.

 

Questa categoria è nata nel 2002 per andare a sostituire la precedente classe maggiore nota come 500. Il nome è stato cambiato per via del cambio del regolamento in merito alla cilindrata che non era più di 500 cm³, ma si è passati alle moto con motori a 4 tempi che arrivano a 989 cm³ che, poi, nel 2007 sono stati ridotti a 700 cm³ per poi essere aumentati agli attuali 1000 cm³ nel 2012.

 

Chiaramente, le moto utilizzate per le gare della MotoGp sono dei prototipi che non si trovano in vendita per uso stradale a differenza di altre categorie, come ad esempio la superbike dove sono utilizzate delle versioni rielaborate delle moto in vendita.

Le Regole della MotoGp

regole motogpPer un lungo periodo, si parla di anni ed anni, il regolamento andava a limitare solo la cilindrata ai canonici 500 cm³ senza fare alcuna differenza fra motori a 2 e 4 tempi. Per la loro semplicità nella costruzione ed altri vantaggi, i motori a 2 tempi l’hanno fatta da padrone per molti anni, ma poi la Federazione Motociclistica Internazionale ha deciso di modificare le regole e portare in auge i motori a 4 tempi con cilindrate fino a 1000 cm³ ed aumentare i cilindri ammessi a 6.

 

Il primo gran premio nel 2002 fu misto con moto a 2 e 4 tempi, ma ci si accorse subito che non vi era parità tra i due tipi di motori e, quindi, le moto furono via via sostituite tutte con il motore a 4 tempi che è anche più ecologico.

 

Quindi, nel 2004 scomparvero del tutto i motori a 2 tempi dalle gare di classe maggiore, mentre rimasero nella 250 e nella 125.

 

I motori ammessi nella MotoGp variano da 2 a 6 cilindri e a partire dal 2002 devono rispettare un peso limite in proporzione ad essi.

 

Dal motomondiale 2007 la cilindrata è stata abbassata da 1000 a 800 cm³ e il serbatoio è stato richiesto di una capacità minore e, quindi, di 21 litri per poi, invece, riportare la cilindrata massima a 1000 cm³ nel 2012 con massimo 4 cilindri.

 

Inoltre, nel 2007 il regolamento è stato modificato anche per le gomme e si è introdotta la regola del numero di gomme per tutto il gran premio e cioè 17 sia per l’anteriore che per il posteriore. Nel 2008, poi, le gomme anteriori sono passate a 18 e le posteriori a 22, mentre dal 2009 è stato introdotto un nuovo contingentamento delle gomme che prevede all’anteriore 4 di tipo A e 4 di tipo B più 12 gomme posteriori di cui 6 di tipo A e 6 di tipo B più 4 pneumatici da bagnato per poi passare al monopolio Bridgestone ed evitare polemiche sull’eccessiva influenza delle gomme. Quindi, nel 2012 il limiti delle gomme diventa di 240 gomme per ogni squadra ufficiale da distribuire sull’intera stagione.

 

Sempre nel 2012, inoltre, è entrato l’obbligo della luce posteriore che potesse aiutare in caso di pioggia ed un sistema per proteggere la leva del freno.

 

Per quanto riguarda l’età minima dei partecipanti alla MotoGp è quella della maggiore età, cioè bisogna essere 18enni.valentino rossi

 

Nei primi anni della nascita della MotoGp il dominatore incontrastato è stato Valentino Rossi prima su Honda e poi su Yamaha per poi, pur rimanendo forte e sempre in lotta per il titolo, vedere vari altri corridori alternarsi sul podio del vincitore.